SCHEDA SINTETICA

Altezza: 1 - 3 m

Portamento: cespuglio

LongevitÓ:

FOTO

 
a
Foglia

 

x
Albero intero

 

aCorteccia

 

xFiore

 

x
Frutto

 

Cytisus scoparius

Ginestra dei carbonai

Note

Arrivando all'oasi dalla via Caloggio, potete vedere subito a destra una bella fila di Ginestre dei carbonai. Al Parco delle Groane sono presenti diverse specie di ginestre, ma all'oasi questa Ŕ l'unica rappresentate del genere, con l'eccezione di un unico esemplare di Spartium junceum che si distingue bene dal ritardo nella fioritura.  

Da osservare e documentare

  • foglie
  • rametti
  • corteccia
  • ciclo vegetativo
  • ...

Tassonomia e denominazioni

Classe: Dicotyledones Ordine: Fabales Famiglia: Fabaceae Genere: Cytisus Specie:Cytisus scoparius

Nomi alternativi: Sarothamnus scopariusCitiso scopario
 

Etimologia:  Il termine scoparius indica l'uso che si faceva un tempo della pianta. Il nome italiano "dei carbonai" probabilmente deriva dal fatto che la pianta colonizza facilmente le radure nei boschi e quindi anche le piazzole utilizzate produrre la carbonella.

b

Descrizione

Portamento:  cespuglio con numerosi fusti dritti, fitti e a volte intrecciati che si ramificano in alto. Alto fino a un massimo di 2,5 m. I fusti partono da una radice a rizoma strisciante su cui vivono batteri azotofissatori che arricchiscono il terreno.

 

Crescita e durata

 

Corteccia: i fusti hanno 5 costole e quindi una sezione pentagonale. La corteccia dei fusti e dei rametti Ŕ verde e si scurisce con l'etÓ.  

 

Gemme: 

 

Foglie: caduche e alterne sono di due tipi. Verso la base dei fusti sono picciolate e composte da tre foglioline, quelle pi¨ in alto sono sessili (senza picciolo) ma i due tipi possono essere anche abbinati [da verificare tutto]. Le foglie composte cadono precocemente. Quelle semplici possono restare sulla pianta anche durante l'inverno.

 

Fiori:  grandi fiori gialli  con la forma tipica delle leguminose. I fiori solitari o accoppiati sono portati da rami brevi (brachiblasti).  Lunghi stili escono dalla corolla arricciati.

 

Frutti: legumi appiattiti di 3 - 6 cm, verdi inizialmente, poi bruno scuri. Pelosi alla congiuntura delle valve. A maturitÓ scoppiano proiettando i semi [verificare]. I semi conservano la capacitÓ di germinare anche dopo moltissimi anni (fino a 25).  

Identificazione

Riconoscimento e specie simili

Il Parco promuove l'impianto della Genista germanica e della Genista tinctoria 

Distribuzione

Origine

Habitat: pianta pioniera cresce nelle brughiere e colonizza gli spazi aperti. Calcifuga. ╔ considerata pericolosamente invasiva in diversi continenti extraeuropei.     

Presenza:   

Tipo corologico: 

Utilizzi

CommestibilitÓ: la pianta Ŕ tossica 

Impieghi del legno: le fibre sono state utilizzate per produrre filati simili alla canapa. 

Interesse medicinale

Interesse ecologico: foraggio invernale per vari erbivori

Ciclo vegetativo stagionale

Osservazioni al Caloggio

  Ge1 Ge2 Fe1 Fe2 Ma1 Ma2 Ap1 Ap2 Ma1 Ma2 Gi1 Gi2 Lu1 Lu2 Ag1 Ag2 Se1 Se2 Ot1 Ot2 No1 No2 Di1 Di2
Foglie                    
Fiori                    
Frutti                    
Rica vuota
Fiori *

* Secondo le indicazioni di "Atlante della flora" di Luca Gariboldi edito dal Parco delle Groane

Immagini

x
Gruppo di ginetre nella parte chiusa dell'oasi (maggio 2010)

   

x
La corteccia con l'etÓ diventa grigiastra (luglio 2009)

x
Luglio 2009

x
Fiori (maggio 2011)

x
Fiore (maggio 2011)

x
Rametti fioriti (maggio 2011)

 

x
Fiore (maggio 2011)

   

x
Frutti (giugno 2011)

x
Un gruppo di giovani ginestre lungo la via Caloggio (maggio 2011).
Sono Cytisus scoparius, salvo quelle non fiorita verso sinistra che Ŕ uno Spartium junceum

   

x 
Una libellula aggrappata a un ramo di ginestra (settembre 2010)

Links

7 - 37.000 - 

Flora italiana

Flore locali

Siti stranieri

Varie