SCHEDA SINTETICA

Altezza: 90 cm

Portamento: cespuglio

LongevitÓ:

FOTO

xAlbero intero

xRametto con false foglie e bacca

aFiore

x
Frutto

Ruscus aculeatus

Pungitopo

Note

Pianta molto particolare, per caratteristiche botaniche, usi tradizionali, significati simbolici e per proprietÓ terapeutiche. ╔ nella lista rosse delle specie a rischio della Lombardia. Pochi gli esemplari al Caloggio probabilmente di origine da coltivazioni. Vegeta bene e ci sono segni di riproduzione spontanea. 

Da osservare e documentare

  • foglie vere
  • false foglie
  • fiore maschile e femminile
  • diffusione
  • ciclo vegetativo
  • ...

Tassonomia e denominazioni

Classe: Monocotyledones Ordine: Liliales Famiglia: Liliaceae Genere: Ruscus Specie: Ruscus aculeatus

Nomi alternativi:  Rusco pungitopo, Ruscolo

 

Etimologia: Il nome Ruscus deriva forse dal sapore molto aspro delle bacche, aculeatus dal fatto che le finte foglie terminano con un aculeo spinoso, pungitopo dall'impiego di cui sotto. 

bDescrizione

Portamento:   piccolo arbusto cespuglioso sempreverde con fusti eretti e chioma irregolare alto  da 50 a 90 cm

Crescita e durata: cresce molto lentamente nei primi anni di vita, fino a che forma consistenti radici rizomatose.  

Corteccia: i piccoli fusti sono verdi e scanalati

 

Gemme: 

 

Foglie: le foglie vere sono insignificanti e seccano molto presto. Quelle che si presentano come foglie sono in realtÓ dei rametti modificati (cladodi), di color verde scuro, lunghi 2 - 3 cm a forma appuntita che terminano con una spina.  

 

Fiori: i fiori piccoli (pochi mm) e verdastri nascono al centro della pagina delle false foglie e sono unisessuali su piante diverse (dioiche - verificare). 

 

Frutti: bacche rosse di circa 1 cm. Contengono uno o due semi. 

Identificazione

Riconoscimento: inconfondibile

 

Specie simili: Ruscus hypoglossum (Ruscolo maggiore) che cresce in Lombardia ma non nel PRG e tanto meno al Caloggio. 

 

Distribuzione

Origine

Habitat: la pianta Ŕ molto rustica e, resitente al freddo, si adatta a molte situazioni. Preferisce zone ombreggiate o semiombreggiate.  

Presenza: 

Tipo corologico: 

Protezione

Utilizzi

CommestibilitÓ:  

Impieghi del legno

Interesse medicinale: la pianta avrebbe interesse medicinale ed anche cosmetiche

Interesse ecologico: non risulta soggetta a parassiti e malattie specifiche   

Ciclo vegetativo stagionale

A fine marzo aprile compaiono i cosiddetti turioni (germogli dai rizomi) che si allungano in primavera. In estate si fomano le false foglie (verificare).

Osservazioni al Caloggio

  Ge1 Ge2 Fe1 Fe2 Ma1 Ma2 Ap1 Ap2 Ma1 Ma2 Gi1 Gi2 Lu1 Lu2 Ag1 Ag2 Se1 Se2 Ot1 Ot2 No1 No2 Di1 Di2
Foglie                    
Fiori                    
Frutti                    
Rica vuota
Fiori *

* Secondo indicazioni bibliografiche

Immagini

x
Cespuglio di pungitopo presso la riva del Nirone

 

x
idem

 

x
Rametti con bacche

 

x
Idem

 

x
Idem

 

x
Idem

 

x
Bacca

 

x
Un pungitopo nato spontaneamente al Caloggio non distante dal cespuglio precedente ( gennaio 2012)

 

x
La stessa piantina ad inizio giugno 2012

 

x
Un altro cespuglio in fondo alla via Caloggio, presso una derivazione del secondario.
Le parti secche forse sono segno di sofferenza per la siccitÓ estiva (fine luglio 2012).
Notare anche le numerose ragantele

Links

5 - 346.000 - 

Flora italiana

Flore locali

CuriositÓ

Siti stranieri